NEWS

Intervento in aula Senato 20/03/2019

Il Ministero della Giustizia ha dichiarato di aver elaborato un piano di assunzioni per potenziare gli organici di personale all’interno degli istituti di pena.

In particolare, è di vitale importanza la componente di Funzionari Giuridico-Pedagogici che supportano il percorso di reinserimento sociale e civile dei oggetti sottoposti a pene detentive. Abbiamo portato avanti questo tema, considerando che la nostra Costituzione, attribuisce un valore rieducativo e di reinserimento sociale alla pena detentiva. Dobbiamo batterci affinchè il detenuto venga sempre messo nella condizione di formarsi e consolidare le proprie attitudini sociali e può farlo solo grazie a personale specializzato che lo supporti e lo affianchi in questo percorso di reinserimento.

Abbiamo appreso con soddisfazione che il Ministero della Giustizia ha previsto in tempi brevi l’assunzione di nuovo personale. I primi interventi di ampliamento sono già operativi nelle Case Circondariali: Gazzi di Messina e Sant’Anna di Modena.

Finalmente le difficoltà del sistema carcerario Italiano sono diventate una priorità del Ministero della Giustizia.

Rispondi